Obesità neonatale legata al sonno

Obesità neonatale legata al sonno

Obesità neonatale legata al sonno. Studio ha osservato che i neonati che dormono di più ininterrottamente hanno minori rischi di sovrappeso durante l’infanzia.

Altri studi hanno già dimostrato il collegamento fra mancanza di sonno e aumento di peso, sia nei bambini di età più grande, che negli adulti, ma il nuovo studio si è concentrato sui neonati.

Susan Redline, dottoressa della Divisione del sonno e dei disturbi circadiani al Brigham, è una delle autrici dello studio che ha raccolto i dati da cui si evince che i neonati che hanno la tendenza a svegliarsi meno durante la notte o nei periodi di sonno, sono meno portati a soffrire di problemi di sovrappeso.

Gli scienziati hanno a lungo suggerito che dormire a sufficienza la notte è fondamentale per rimanere in salute. Pochi studi, tuttavia, evidenziano la necessità di dormire a sufficienza durante i primi mesi di vita.

Riduzione del 26% del rischio di sovrappeso con un’ora in più di sonno

I risultati della ricerca indicano che già con un’ora in più di sonno si ha una riduzione del 26% di rischio di essere in sovrappeso in età neonatale. Quei bambini che si svegliavano meno avevano minori probabilità di avere aumento di peso.

I dati sono stati raccolti con speciali dispositivi ed orologi che si attaccavano alla caviglia. Sono stati monitorati 298 neonati nati tra il 2016 e il 2018. Altre informazioni sono state ricavate dai diari del sonno registrati manualmente dai genitori.

Gli studiosi hanno analizzato anche lo stato fisico dei bambini, l’altezza, il peso e l’indice di massa corporea.

Il sovrappeso è stato valutato in base alla tabella di riferimento dell’OMS.

Sonno ed alimentazione

Ai ricercatori non è ancora chiaro il motivo del collegamento fra sonno e peso corporeo, ma credono che uno dei motivi potrebbe essere dovuto ad una più regolare alimentazione che evita l’eccesso di cibo.
“I genitori dovrebbero consultare i loro pediatri sulle migliori pratiche per promuovere un sonno sano, come mantenere orari di sonno coerenti, fornire uno spazio buio e tranquillo per dormire ed evitare di avere biberon a letto”, spiega la Redline nel comunicato pubblicato sul sito del Brigham.

(Fonte: A Good Night's Sleep May Mitigate Infant Obesity Risks)
Condividi su:

Lascia un commento