Allergia stagionale antistaminici naturali

Allergia stagionale antistaminici naturali

Allergie rimedi della nonna antistaminici

Allergia stagionale antistaminici naturali. L’allergia ai pollini colpisce circa il 60% della popolazione europea.

Chi ne soffre ricorre agli antistaminici di ultima generazione, che tuttavia non eliminano del tutto i sintomi.

Un aiuto arriva anche dalla natura, esistono infatti una serie di sostanze naturali che hanno un’azione antistaminica o anti allergica.

Alcuni dei più efficaci antistaminici naturali sono:

Le sostanze che possono essere considerate come antistaminici naturali sono:

  • la quercetina, un bioflavonoide presente in diverse piante, che fra le sue proprietà ha quella di inibire il rilascio di istamina e ridurre i livelli di leucotrieni che favoriscono l’infiammazione. Stabilizza i mastociti inibendo la liberazione di istamina. La quercetina va assunta a lungo termine almeno a partire da un mese prima l’inizio dell’allergia. Ci sono integratori alimentari a base di quercetina (in tal caso va chiesto il consulto medico), ma anche molti alimenti la contengono naturalmente come: capperi, broccoli, mele, agrumi, tè verde, uva, ciliegie.
  • La vitamina C si può considerare un antistaminico naturale perché diminuisce il rilascio di istamina in caso di contatto con gli allergeni. Come ben risaputo la vitamina C è assimilabile attraverso l’alimentazione ed ha come proprietà principali quella di rinforzare il sistema immunitazione e migliorare il microcircolo.
  • Il ribes nero è conosciuto come uno dei migliori antistaminici naturali, ma in effetti espleta un’azione antinfiammatoria simil-steroidea, capace di modulare la risposta del sistema immunitario. Si può dire che il ribes nero sia un cortisone naturale perché stimola la produzione di cortisolo, che va ad agire sul sistema immunitario e blocca l’istamina. Si impiega nella forma di gemmoderivato o tintura madre. Per avere un’efficacia si consiglia sempre di iniziare l’assunzione di ribes nero due mesi prima dell’inizio dell’allergia.
  • I probiotici: in diversi studi è stato dimostrato che questi microrganismi hanno effetti benefici sulla salute. In particolari i ceppi del Lactobacillus acidophilus e del Bifidobacterium lactis, sono capaci di ridurre l’infiammazione nasale e i sintomi della rinite, in caso di allergia ai pollini. Agiscono sul microbioma contrastando anche reazioni allergiche alimentari.
  • Omega 3, sono acidi grassi essenziali antinfiammatori e rinforzanti del sistema immunitario. Riducono dunque i sintomi delle allergie e riequilibrano i linfociti T e B fondamentali nello sviluppo delle reazioni allergiche.
  • Il resveratrolo è un polifenolo presente in vari vegetali e si caratterizza per le sue proprietà antiossidanti e fortificanti per il sistema immunitario. Stimola il collagene, è antivirale, antidiabetico, neuro-protettivo e risulta essere un ottimo antistaminico naturale.
  • La perilla (Perilla frutescens), pianta che appartiene alla famiglia delle Labiatae, ha la capacità di diminuire i livelli di istamina, inibire la sintesi di leucotrieni, ridurre i livelli di IgE (coinvolti nel processo di rilascio di istamina). Diversi studi hanno dimostrato gli effetti antistaminici della perilla e dei suoi estratti.
  • Foglie di ortica: anche’esse inibiscono la produzione di istamina e dà sollievo dai sintomi. Si può prendere sotto forma di tintura madre, tisana o integratore alimentare.
  • Aceto di mele è un antico rimedio che dà sollievo in caso di allergie, diminuendo la produzione di muco ed aiutando il sistema linfatico a ripulirsi. Si prende un cucchiaino di aceto di mele biologico in un bicchiere di acqua tre volte al giorno.
  • Il manganese è un oligoelemento che riduce il rilascio di istamina. Si può assumere una fialetta sublinguale a giorni alterni (a digiuno), a partire da due mesi prima il periodo di pollinazione, proseguendo per tutto il periodo delle allergie.
  • La liquirizia (Glycyrrhiza glabra) è nota soprattutto per le sue proprietà antinfiammatorie, protettive sulla mucosa gastrica, espettoranti e ipertensive. Alcuni studi condotti sulla glicirrizina (principio attivo della liquirizia), hanno evidenziato che questo composto è in grado di bloccare la degranulazione dei mastociti e il conseguente rilascio di istamina. La liquirizia è nota per i suoi benefici sul sistema respiratorio.
  • Estratto secco di capperi: contengono quercetina e kampferolo, importanti flavonoidi che danno agli integratori di estratto secco di capperi un’azione simile agli antistaminici. Si utilizzano dalle 2 alle 4 compresse al giorno.
  • Il tè verde, ostacola il rilascio di istamina ed aiuta la diuresi, contribuendo a mantenere in salute l’intero organismo.

— Leggi l’articolo intero su Tutto è Conoscenza – Blog News

Condividi su:

Lascia un commento