Il mercurio nel mare arriva anche dalla Groenlandia

Il mercurio nel mare arriva anche dalla Groenlandia

Ghiacciai_Groenlandia_trasportano_mercurio.jpg

Il mercurio nel mare arriva anche dalla Groenlandia, perché i ghiacciai che si muovono macinano le rocce e intrappolano il metallo nocivo. Poi spostandosi verso il mare il mercurio intrappolato viene rilasciato mettendo a rischio la salute della fauna marina.

Il mercurio è naturalmente contenuto nelle rocce metamorfiche che coprono vaste aree della Groenlandia.
A scoprire la situazione è stato Jon Hawkings della Florida State University e i suoi colleghi, i quali hanno analizzato l’acqua di disgelo che scorre dal margine sud-occidentale della calotta glaciale groenlandese.

Sono state fatte analisi su campioni estratti da tre fiumi, in due spedizioni del 2015 e del 2018. I risultati sono stati pubblicati su Nature Geoscience.
Hawkings dice: “Le concentrazioni di mercurio in questa regione sono almeno 10 volte superiori a quelle di un fiume “medio”. Ciò significa che l’acqua di disgelo è ricca di mercurio come alcuni fiumi altamente inquinati, anche se in questo caso il mercurio non è stato introdotto nell’acqua dagli esseri umani”.
Le concentrazioni di mercurio sono fra le più alte registrate, infatti secondo i calcoli risulta che dalla Groenlandia arrivano in mare fino a 42 tonnellate di mercurio all’anno, che costituisce circa il 10 per cento di quello che tutti i fiumi del Pianeta, messi insieme, portano negli oceani.
(Notizia tratta da Focus.it)


— Leggi l’articolo intero su Siiecobio Forum

Condividi su:

Lascia un commento