Dieta per eliminare le tossine derivanti da fumo e inquinamento

Dieta per eliminare le tossine derivanti da fumo e inquinamento

Dieta per eliminare le tossine derivanti da fumo e inquinamento. Il ricercatore Jae Kyeom Kim, dell’Università del Delaware, assistente professore di scienze della nutrizione, ha scoperto che le verdure quali carote, sedano, pastinaca e prezzemolo, contrastano le tossine che si accumulano nel corpo a causa del fumo di sigaretta e dell’inquinamento atmosferico.

Lo studio è pubblicato sul Journal of Nutritional Biochemistry.

Verdure Apiaceae contro accumulo di acroleina

Nel nuovo studio si è visto che le verdure della famiglia apiacea aiutano contro l’accumulo della tossina acroleina. Questa sostanza tossica per il corpo, è particolarmente irritante per la pelle, gli occhi e le vie nasali.

Inoltre, l’acroleina può essere irritante anche per i polmoni e per la pelle. Si può trovata in elevate quantità nel fumo delle sigarette o nei gas di scarico delle automobili.

L’autore della ricerca ha testato gli effetti delle verdure della famiglia Apiaceae, fra cui le più diffuse sono: carote, finocchi, pastinaca, sedano, prezzemolo, cumino, cerfoglio e assafetida.

I risultati hanno dimostrato che grazie all’alto contenuto di fitonutrienti, queste verdure diminuivano i livelli tossici indotti dall’acroleina e contrastavano lo stress ossidativo causato dall’acroleina.

Si è notato che le verdure apiaceae aumentano l’attività degli enzimi antiossidanti che hanno come effetto la protezione contro i danni provocati dall’infiammazione innescata dall’acroleina.

Come spiega Jillian Trabulsi, una delle autrici dello studio, questo effetto è prodotto perché le verdure in questione migliorano nel fegato la conversione dell’acroleina in un acido solubile nell’acqua che viene espulso dal corpo tramite escrezione.

Quante verdure mangiare?

La quantità ottimale di verdure apiaceae che i ricercatori suggeriscono di mangiare è di 1 tazza e 1/3 al giorno. L’inserimento nella dieta giornaliera di questi cibi è dunque possibile e la Trabulsi specifica: “che è la totalità dei nutrienti in frutta e verdura che supporta risultati benefici per la salute, piuttosto che un singolo nutriente. Concentrarsi su una dieta sana di cibi integrali ha più impatto che fare affidamento su integratori individuali.”

(Fonte: These vegetables thwart air pollutants)

Condividi su:

Lascia un commento